All posts by Isabella Colombo

About Isabella Colombo

direttore editoriale BELLA.it - giornalista pubblicista - responsabile eventi - laurea in economia e commercio alla Bocconi -

Featured Video Play Icon

Occhi magnetici e labbra al bacio

23 mercoledì 2017 visualizzazioni:

TUTORIAL OCCHI MAGNETICI E LABBRA DA BACIARE with GIULIA VALENTINA  MrDanielmakeup

Un video-tutorial di Mr Daniel make-up in collaborazione con Lancôme e con Giulia Valentina.

Qualche informazione in più..

MrDanielmakeup Art Director of the independent cosmetics brand NABLA http://www.nablacosmetics.com
#lancomeambassador
IG Giulia Valentina → https://www.instagram.com/giuliavalen…
Instagram → http://instagram.com/mrdanielmakeup
Facebook → https://www.facebook.com/MrDanielMakeup

Di Isabella Colombo
23/08/2017

Cistite, non sempre serve l’antibiotico

23 mercoledì 2017 visualizzazioni:

Lcistite è un’infiammazione del basso tratto urinario, che può colpire sia gli uomini che le donne. Conosciamo meglio questa patologia e come si cura.

La cistite viene in genere diagnosticata attraverso i sintomi che la paziente riferisce. I sintomi caratteristici di questa condizione sono: aumento della frequenza urinaria, dolore durante la minzione, senso di fastidio sovrapubico, sensazione di ingombro e di peso; può inoltre esservi la presenza di sangue nelle urine. Ai primi sintomi di cistite occorre rivolgersi al proprio medico, che prescriverà gli esami più appropriati e laddove necessario, indirizzerà la paziente allo specialista di riferimento, nel caso in cui la situazione clinica lasciasse dei dubbi.

Alcune forme di cistite sono di intensità modesta e si presentano con aumento della frequenza urinaria e bruciore; vi è poi una forma più intensa, associata al sangue nelle urine, che prende il nome di ematuria. In questo caso, il dolore a livello uretrale durante la minzione è molto forte.

Come si cura la cistite?

La cistite si cura seguendo due strade diverse ma complementari. Innanzitutto, è bene aumentare il proprio introito liquido, assumendo quindi molti liquidi, e poi è bene assumere degli integratori, mirtillo in primis.

Numerose evidenze che nascono dalla letteratura scientifica dimostrano che la principale proprietà del mirtillo è quella di inibire l’adesione dei batteri alla mucosa vescicale. L’infezione, infatti, nasce nel momento in cui i germi, aderendo alla mucosa vescicale, si nutrono e proliferano, generando appunto la cistite.

Quando occorrono gli antibiotici?

Purtroppo è invalso l’uso di ricorrere all’antibiotico appena si manifestano i sintomi della cistite, ma dobbiamo ricordare che questa terapia va usata solo in presenza di un’infezione batterica.

L’utilizzo inappropriato degli antibiotici può rappresentare un problema a lungo termine in quanto si possono sviluppare delle vere e proprie colonie di germi e batteri antibiotico-resistenti. Inoltre, la diffusione di germi e batteri antibiotico-resistenti rappresenta, nel medio-lungo periodo, un vero e proprio pericolo per la salute pubblica.

L’utilizzo del D-mannosio

La parete interna della vescica svolge un ruolo di impermeabilità: essa, infatti, impedisce al liquido presente nella vescica (contenente sostanze tossiche che occorre eliminare dall’organismo) di trasudare. Affinché la trasudazione non avvenga, esistono delle strutture prevalentemente a base di zuccheri (in termini molto generali) che proteggono dall’assorbimento di sostanze tossiche e, allo stesso tempo, prevengono l’adesione dei germi alla mucosa vescicale. L’utilizzo del D-Mannosio permette di ricostruire l’integrità della mucosa vescicale, cioè di ristabilire, per così dire, una buona “smaltatura” dell’interno della vescica, rappresentando una valida prevenzione delle recidive delle infezioni batteriche.

Lo troviamo sotto forma di integratore e in varie formulazioni. Il problema del D-Mannosio è legato prevalentemente al dosaggio. Molto spesso si devono assumere dosi abbastanza elevate e, quindi, la terapia richiede somministrazioni multiple nell’ambito della giornata. Questo può rappresentare un ostacolo al completamento della cura o al mantenimento della profilassi, proprio per la difficoltà della paziente di seguire quotidianamente, con impegno e costanza, il dosaggio prescritto.

L’acido ialuronico può essere utilizzato per curare la cistite?

L’acido ialuronico è l’ultimo arrivato dei dispositivi di profilassi non antibiotica. Oggi è uno dei dispositivi su cui c’è maggiore attenzione da parte della letteratura e della comunità scientifica. L’utilizzo dell’acido ialuronico può essere effettuato sia per via intravescicale – e quindi, rispetto agli altri dispositivi come mirtillo e D-Mannosio, viene portato attraverso un’instillazione direttamente a contatto con la vescica – sia per bocca.

A conferma dell’importanza riconosciuta oggi all’acido ialuronico, è stato pubblicato recentemente un lavoro scientifico sul British Medical Journal, in cui si è dimostrato come, a distanza di un anno, la prevenzione delle recidive infettive sia stata migliore laddove si era utilizzato solo l’acido ialuronico. Si è visto infatti che la terapia antibiotica, con il passare del tempo, determinava l’insorgenza di ceppi batterici resistenti.

Ilaria Minichelli

23/08/2017

Salsa d’ostriche…e non solo

23 mercoledì 2017 visualizzazioni:

Oggi vi proponiamo una ricetta veloce ma straordinaria di Antonino Cannavacciuolo

Salsa di Ostriche: 6 ostriche fresche, 100 g di patate (meglio se Coppola Patate) 1 cipollotto, 30 ml di olio extravergine di oliva, sale

Riportiamo la ricetta in modo preciso:

Iniziamo con l’aprire e pulire le ostriche da ogni scheggia di guscio; poi filtriamo  il succo e mettiamolo da parte in frigo. In un pentolino, facciamo soffriggere  per 2 minuti il cipollotto tagliato a julienne, ed aggiungiamo la patata Coppola tagliata a fettine sottilissime, bagnandola con acqua e il succo di ostrica di tanto in tanto. Cuociamo fino a quando le patate non saranno morbide e infine frulliamo tutto bene aggiungendo in ultimo le ostriche intere e regolando di sale e pepe. Ricordate di passare la salsa in uno chinous a maglie fini.

E la salsa è servita. Parola di Chef! e che Chef..e merito di ingredienti speciali made in Italy.

www.coppolapatate.it

 

Di Sveva Silva

23/8/2017

Milano Film Festival

22 martedì 2017 visualizzazioni:
October is the new September…
Dal 28 settembre all’8 ottobre si svolgerà la 22esima stagione del Milano Film Festival.

Milano Film Festival Season 22, dopo i primi due episodi di inizio estate, si prepara al finale di stagione: la terza puntata in onda dal 28 settembre all’8 ottobre.

 

Anche per questa edizione il distretto Tortona sarà teatro degli undici giorni di eventi e proiezioni tra BASE Milano, MUDEC e Cinema Ducale, per portare il cinema fuori dai suoi confini.

Cuore del programma sarà, come ogni anno, il Concorso Lungometraggi , aperto solo a opere prime e seconde di registi provenienti da ogni parte del mondo, tutte in anteprima italiana, cui si affiancherà il tradizionale Concorso cortometraggi, riservato a registi under 40.

Tante le novità del Milano Film Festival Season 22 a partire dall’anteprima italiana del film evento in concorso, England is Mine, il primo biopic dedicato alla vita di Morrissey, frontman e fondatore dei The Smiths, diretto da Mark Gill – già candidato agli Oscar nel 2014 per il miglior cortometraggio.

Si respirano anni ’80 anche nel docu-film fuori concorso Cassette, uno sguardo ammirato al mondo dell’audiocassetta, supporto capace di riscrivere – su nastro – la storia della musica contemporanea, influenzando punk e rap. Sempre fuori concorso il documentario Tony Conrad. Completely in the present, il racconto di uno degli artisti più eclettici di fine secolo, fonte d’ispirazione per i Velvet Undergroud, pioniere del minimalismo musicale e filmmaker visionario.

Tornano al festival anche le rassegne Pleasure and Pain, viaggio al termine della notte nel cinema horror e Videoespanso, una carrellata sui video musicali che, a ritmi sempre più incalzanti, stanno innovando il linguaggio visivo contemporaneo.

Non mancherà inoltre l’appuntamento con il Milano Film Festivalino, una serie di eventi dedicati a famiglie e bambini, che quest’anno si terrà nella cornice verde di Cascina Cuccagna.

Al festival anche The Meeting Pot, una rassegna cinematografica realizzata dagli studenti delle scuole superiori sul tema delle seconde generazioni, realizzata in collaborazione con BASE Milano e con il sostegno di SIAE “S’illumina – Copia privata per i giovani, per la cultura” e MiBACT.

I ragazzi, dopo un ciclo di incontri con giovani registi di seconda generazione e due workshop formativi, hanno ideato la loro rassegna, che presenteranno in prima persona durante le giornate di Milano Film Festival.

EVENTI SPECIALI
Per tutta la durata di Milano Film Festival a BASE Milano sarà possibile visitare NOI, una mostra di videoinstallazioni curata da Alberto Saibene, Alberica Archinto e Ranuccio Sodi che indaga il tema della rivoluzione attraverso proiezioni, installazioni e una serata happening. Partendo dai filmati del Collettivo Cinema Militante di Milano – tra le prime realtà a proporre controinformazione – lo spettatore verrà accompagnato nello spazio e nel tempo della militanza degli anni tra il ’67 e il ’77.

Non mancheranno anche eventi musicali degni di nota; visitate i siti dei link in allegato per conoscere il programma completo.

di Sofia D’Altrui

22/08/2017

La La Land finalmente in Italia

22 martedì 2017 visualizzazioni:
Vincitore di 6 premi Oscar (e 14 candidature) nel 2017,  fra cui “Miglior colonna sonora originale” e “Migliore canzone originale”, 7 Golden Globe su 7 candidature, La La Land in concert  arriva per la prima volta in Italia in due meravigliose location: il 5 ottobre al Gran Teatro Geox di Padova e il 7 ottobre al Teatro degli Arcimboldi di Milano.

Una proiezione con concerto dal vivo dove il pubblico potrà vivere un’esperienza unica e sperimentare la magia di La La Land ascoltando la musica suonata live in sincronia con la visione del film di Damien Chazelle, interpretato da Ryan Gosling e Emma Stone!

Il musical, presentato in anteprima alla 73° Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia, dove la Stone ha vinto la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile, si è aggiudicato inoltre il Premio del Pubblico al Toronto International Film Festival, 5 Bafta e molti altri riconoscimenti internazionali, e racconta la storia di Mia, un’aspirante attrice e Sebastian un musicista jazz, che tentano di inseguire i propri sogni sullo sfondo di una Los Angeles che, nelle stesse parole del regista, racconta come ci sia qualcosa di poetico nella Città degli Angeli “così popolata di sogni irrealizzabili. Catturare la sensazione di chi arriva a Los Angeles per la prima volta, che è come un sogno, non sembra reale”.

A teatro si potrà gustare l’apprezzatissimo La La Land grazie all’interpretazione dell’orchestra che dal vivo riproporrà tutti i brani originali della colonna sonora, composta da Justin Hurwitz e arrivata nella Top 5 della Billboard 200, fra cui City Of Stars, Audition, Someone In The Crowd, e Another Day Of Sun.

<La La Land vuole ricordarci quanto siano belli i sogni semidimenticati dei tempi andati, quei sogni fatti solo di facce, musica e movimento. Ha la testa fra le nuvole, e per poco più di due ore, porta il pubblico lassù con lui> – Telegraph

Ilaria Minichelli

22/08/2017

Caduta dei capelli, perchè?

21 lunedì 2017 visualizzazioni:
La caduta dei capelli è un disturbo abbastanza comune che può colpire uomini e donne in maniera diversa.

La perdita di un’esigua quota di capelli è normale; anche se non è facile contarli, possiamo perdere intorno agli 80-100 capelli al giorno. Una perdita più consistente però merita un approfondimento.

Un altro dato di cui tenere conto è lo spessore del capello, perché i capelli magari non cadono, ma iniziano ad assottigliarsi e ciclo dopo ciclo si arriva alla nascita di un capello più sottile.

Questa forma di alopecia è dovuta a una predisposizione genetica e a un’estrema sensibilità delle cellule del follicolo pilifero agli ormoni androgeni.

Il diradamento si manifesta negli uomini con la stempiatura, mentre nelle donne diventa più rada la zona della riga centrale, la coda di capelli si assottiglia sempre di più e i capelli appaiono maggiormente fini e fragili.

Nella caduta dei capelli giocano un ruolo anche fattori ormonali e  fattori alimentari, come una dieta troppo rigida o una carenza di ferro, soprattutto nelle donne.

Una dieta sana ed equilibrata è fondamentale per molti aspetti del nostro organismo, ma è anche importante per capelli più forti, soprattutto nelle donne. Un’alimentazione scorretta, infatti, insieme a inquinamento, stress, esposizione al sole e fumo, avrebbe un ruolo chiave nel favorire la caduta dei capelli.

Come gli altri organi, anche i capelli per crescere forti e sani, hanno bisogno di vitamine e oligoelementi. In particolare la biotina (contenuta nei cereali integrali), vitamine del gruppo B (legumi), vitamina E (prezzemolo, carote e spinaci) e antiossidanti (verdure a foglia verde scuro, frutti di bosco, pomodori e tutta la frutta dalla buccia di colore giallo o arancio). L’apporto di queste sostanze può rallentare la comparsa dell’alopecia androgenetica.

Se avete qualche dubbio riguardo ai vostri capelli, o avete notato dei cambiamenti, forse sarebbe meglio approfondire la questione facendo una visita! 

Ilaria Minichelli

21/08/2017