All posts by Isabella Colombo

About Isabella Colombo

direttore editoriale BELLA.it - giornalista pubblicista - web editor- responsabile eventi - laurea in economia e commercio -Bocconi -

Pedrali a Bergamo alta in “Cool Landscape”

19 martedì 2017 visualizzazioni:

Pedrali, anche quest’anno sarà protagonista con I Maestri del Paesaggio, della manifestazione organizzata dall’Associazione Arketipos insieme al Comune di Bergamo che da sette anni porta in città i migliori progettisti del paesaggio. Fino al 24 settembre la città è al centro della cultura del paesaggio, e la piazza-gioiello di Bergamo Alta è ancora una volta emblema di una riflessione attraverso un allestimento temporaneo.

Tema di questa edizione è “ COOL LANDSCAPE “, proposto dal paesaggista olandese Lodewijk Baljon, un’installazione che, come ha detto Baljon stesso, “sviluppa il tema della coolness sia in senso letterale – di raffreddamento e di ombreggiatura – sia rifacendosi allo stile e all’attitudine “cool”, che indica disinvoltura e eleganza ”.

Le collezioni outdoor Pedrali arredano Piazza Vecchia, cuore della manifestazione e di Bergamo Alta: poltrone, chaise longue e tavoli NOLITA, poltrone e pouf ISLAND sono disposti nei punti più rappresentativi della manifestazione.

Ispirandosi al tema del “Cool Landscape ” , il Green Design 2017 si snoda attraverso i luoghi storici più suggestivi di Città Alta, tra cui l’antico Lavatoio. Attraverso il Green Breathe Pedrali l’azienda italiana abbraccia la filosofia della manifestazione e trasforma la piazza dell’Antico Lavatoio in un giardino conviviale, all’interno del quale arredi e vegetazione si fondono armonicamente con l’ambiente circostante.

I visitatori possono sedersi sulla comoda poltrona ARA LOUNGE di Jorge Pensi, circondati dalle DOME disegnate da Odo Fioravanti; prendersi una pausa sostando sul divano REVA, di Patrick Jouin o immergersi nell’atmosfera di questo angolo di Città Alta resa ancor più magica dalla luce di GIRAVOLTA, lampada di Basaglia Rota Nodari ispirata alle lanterne di un tempo.

Pedrali partecipa inoltre a Il Legno, dalla Natura alle Cose, manifestazione che riunisce le principali aziende del territorio con l’intento di diffondere la cultura della materia presentando la mostra «La Casa da un Albero Vivere Cool».

Pedrali, oltre a farci sognare attraverso le sue realizzazioni, contribuisce attraverso queste manifestazioni a rendere di forte appeal alcuni luoghi già noti di Bergamo, attirando curiosi e addetti ai lavori.

Io sicuramente andrò a fare un giro in questi giorni.

 

 

 

 

 

www.pedrali.it

www.imaestridelpaesaggio.it

 

Isabella Colombo

19/9/2017

 

 

Featured Video Play Icon

Pets, vita da animali!

19 martedì 2017 visualizzazioni:
Avete mai pensato di spiare i vostri amici fidati una volta usciti da casa?

Pets, il film di animazione uscito nell’ottobre dell’anno scorso, rappresenta a pieno questo quesito. Pellicola che unisce grandi e piccini, creato con una grafica fresca e divertente.

Il protagonista Max, insieme alla sua compagnia, deve affrontare tante peripezie prima che la sua padroncina ritorni a casa. Il film si compone di tanti sentimenti diversi, comuni anche all’uomo: amore per la cagnolina Gidget, gelosia per il nuovo arrivato in casa Duke, l’amicizia profonda con la padrona Kate.

Ampiamente approvato dalla critica, acclamato da un pubblico sia di bambini che di adulti, è stato annunciato un sequel previsto per il 12 Luglio 2019.

Per chi non l’avesse ancora visto, ve lo consigliamo assolutamente. Impossibile non ridere!

Ilaria Minichelli

19/09/2017

Quando Fotografare fa rima con “cuore”

18 lunedì 2017 visualizzazioni:

Un concorso per fare del bene, un concorso solidale.

Riparte anche quest’anno, il concorso fotografico #StorieDiDonne, promosso dall’Ong Comitato Collaborazione Medica – CCM in partnership solidale con leBebé, brand leader di gioielli emozionali per la mamma e il suo bambino, e con il contributo di Nicole Fashion Group, brand leader nel settore sposa.

Ogni donna porta con sé grandi emozioni, impegno, diritti e sfide. Il CCM, leBebé e Nicole Fashion Group, consapevoli della forza e della fragilità di essere donna, figlia e mamma, sono nuovamente uniti in questo progetto solidale.

Un percorso fatto di scatti fotografici, intorno al tema “essere donna nelle varie sfide di ogni giorno“, conciliando famiglia, lavoro e vita personale, per sostenere le bambine dello slum di Nairobi.

Per partecipare (fino al 20 novembre 2017): basterà collegarsi all’indirizzo sostieni.ccm-italia.org, registrarsi e inviare un massimo di 4 foto. Gli scatti possono rappresentare momenti di vita quotidiana che raccontano l’esperienza universale di essere donna e mamma, con un’attenzione particolare a quattro ambiti: la maternità, lo sport, i viaggi e la cultura.

L’hashtag #RegalaUnSorriso rimanda al valore solidale dell’iniziativa: per ogni scatto partecipante leBebé e Nicole Fashion Group faranno una donazione a favore delle attività di cura e reinserimento sociale delle bambine dello slum di Nairobi. Il progetto fa parte della campagna del CCM Sorrisi di madri africane per proteggere la salute di mamme e bambini puntando sulla formazione di personale socio-sanitario locale.

Due le giurie, una tecnica e una popolare sceglieranno le foto vincitrici. La prima indicherà lo scatto vincitore per ciascuna categoria, la seconda potrà scegliere lo scatto preferito votandolo direttamente on line su sostieni.ccmitalia.org

Giunto alla quarta edizione, il concorso fotografico rientra nelle attività di sensibilizzazione della campagna Sorrisi di madri africane che, entro il 2020, vuole formare 2.700 operatori sanitari locali, assistere 170.000 donne durante la gravidanza e il parto, curare e vaccinare 780.000 bambini.

Maggiori informazioni sul regolamento sono disponibili sul sito del concorso all’indirizzo http://sostieni.ccm-italia.org.

#StorieDiDonne #RegalaUnSorriso #NicoleSpose

www.ccm-italia.org

 

Di Isabella Colombo

18/9/2017

Hive Tattoo Art Gallery

18 lunedì 2017 visualizzazioni:
Arte, passione, cultura del tatuaggio: apre a Milano, all’insegna di ciò che è più professionale e al tempo stesso sorprendente, un nuovo grande spazio dedicato al mondo del tattoo, nuovo nella filosofia e nella pratica.

Si chiama Hive Tattoo Art Gallery e inaugura il primo ottobre in via Pirano 9, in quella NoLo (North of Loreto) che sta diventando il polo d’attrazione per tutto ciò che è avanguardia intelligente. 250 mq con 8 postazioni tattoo, 1 piercing lounge in collaborazione con Wildcat, marchio tedesco leader mondiale di gioielli per piercing, un laboratorio artistico, un angolo dove verranno venduti i gioielli Nove25 con una nuova linea creata in esclusiva per Hive e il merchandising del marchio stesso con le t-shirt disegnate dall’artista americano Tony Ciavarro.

È un traguardo per i quattro tatuatori professionisti che l’hanno concepito: Luigi Marchini, Andrea Lanzi, Lorenzo Di Bonaventura e Fabio Onorini, quattro amici nella vita e complementari nell’arte, cementati dal rispetto e dall’ammirazione reciproca, che hanno deciso di unire le forze e le singole esperienze pluridecennali per dar vita a un centro che non assomigli a nessun altro, il più grande in Italia.

Non un semplice negozio ma un hub dove evolversi e sperimentare. Non a caso il logo disegnato da Andrea Lanzi rappresenta un alveare che forma un cuore, a significare la volontà di lavorare insieme e di cooperare con chiunque sappia apportare idee ed entusiasmo, con una sola discriminante, però: che si lavori con passione.

Per i quattro soci, già riconosciuti e premiati ognuno nel loro ambito e stile, è la passione il motore che muove gli strumenti del mestiere con la consapevolezza, secondo le parole di Luigi Marchini, di quanto il tatuaggio sia “una forma d’arte, prima di essere un business. E il desiderio, grazie a questa consapevolezza, di diffondere una concezione del tatuaggio che vada oltre alle mode (il “tatoo me too”, l’ultimo motivo ripreso da calciatori, veline o attori) e oltre ai pregiudizi di chi ritiene ancora il tatuaggio un tratto poco raccomandabile.

“Il tatuaggio è un linguaggio, una forma d’espressione del corpo, è arte sulla pelle, ha le sue regole e i suoi codici. Solo un tatuatore professionista può garantire non solo la bellezza del risultato, ma anche accompagnare i clienti nelle scelte, capirne le esigenze, scoraggiare richieste inopportune anche se, per fortuna, oggi la gente ne sa di più, ha le idee più chiare, impara a conoscere anche i valori simbolici dei singoli disegni ed è in grado di orientarsi tra gli stili.”

Perché gli stili, come in ogni forma d’arte, evolvono e si moltiplicano.
Luigi è specializzato in tatuaggi Maori e tribali, Andrea nei “realitional”, ovvero nei realistici, tradizionali e colorati (new school), Lorenzo nei realistici in bianco e neroe Fabio nel “tradizionale americano”, per chi volesse portare un cuore trafitto sempre addosso, di quelli di una volta. Ma il team, grazie a una rosa di collaboratori top, può garantire anche un “lettering” perfetto, un “ornamentale”, un “giapponese” o un “neo-traditional”, con altrettanta competenza.

Hive si pone anche come laboratorio e galleria
La galleria infatti ospiterà opere di artisti emergenti a rotazione, fin dall’inaugurazione e il laboratorio, attrezzato con un torchio per incisione e spazi dedicati, accoglierà gli studenti dell’Accademia di Belle Arti e delle scuole che abbiano voglia di cimentarsi e di “respirare” un’atmosfera diversa, stimolante e unica in città.
Ogni mese la galleria proporrà, a rotazione, nuove mostre, nuovi artisti ed eventi collaterali legati al mondo dell’arte.
Il laboratorio diventerà un punto di riferimento per i giovani artisti e studenti, dove verranno organizzati workshop sull’incisione, sulla pittura e sul tatuaggio.
“Vogliamo dare un segnale forte alla città di Milano: è artistica la nostra visione, è artistica la nostra location ma il servizio, per chi vuole portarsi l’arte addosso, deve sempre coniugare il massimo della creatività con il massimo della serietà.” Luigi Marchini e i suoi soci hanno le idee chiare e un talento generoso: non resta che accorrere da Hive come api sul miele. Materazzi, Fedez, ed Emis Killa tanto per citarne alcuni, si sono già affidati a loro.

Per chi è appassionato di tatuaggi, vuole farsi il primo oppure continuare a dipingere il suo corpo come se fosse una tela, questo è il posto che fa al caso vostro!

Ilaria Minichelli

18/09/2017

Londra, una nuova esplosione

15 venerdì 2017 visualizzazioni:

Parsons Green, 8.20 di mattina, un ordigno artigianale esplode a bordo di un treno.

Contenitori con esplosivo sono stati visti all’interno del vagone in cui si è verificata l’esplosione. Una pericolosa calca è stata creata dai passeggeri terrorizzati che correvano e provavano a scappare per cercare di salvarsi la vita.

E’ un episodio di terrorismo secondo Scotland Yard, attendiamo quindi la rivendicazione.

Tutt’ora c’è una forte presenza di agenti previsti dal piano anti-terrorismo; sono ancora all’opera gli artificeri che tentano di disinnescare un secondo ordigno.

Dalle testimonianze riportate, la gente urlava e correva, molti avevano il viso bruciato. Come se una palla di fuoco avesse invaso il vagone.

Le autorità londinesi hanno chiuso parzialmente la linea metropolitana District che conta tra le sue fermate anche quella di Parson Green, teatro questa mattina di un’esplosione che ha provocato numerosi feriti. Il servizio e’ stato sospeso tra le fermate di Earls Court e Wimbledon. Lo riporta il Guardian.

Scotland Yard ha avviato immediatamente le indagini per stabilire le cause dell’esplosione.

Noi non ci stiamo, diciamo “basta a questa sofferenza! Nonostante la rabbia e la paura, combattiamo il male con la cultura, conoscenza e compassione per chi si avvicina a questo fanatismo.

Ilaria Minichelli

15/09/2017

Lettering: la moda parla

14 giovedì 2017 visualizzazioni:

Quando la moda vuole trasmettere messaggi, ecco che arriva il Lettering: comunicare attraverso ciò che si indossa.

Mai come ora, comunicare è di moda. Il lettering rappresenta uno dei must have dell’autuno/inverno 2017/2018! Ormai è una pratica diffusa, non poteva che contagiare anche la moda.

Lettere, frasi pungenti, modi di dire, giochi di parole e frasi d’amore caratterizzano gli outfit di questa stagione. Inoltre viene usato anche nei temi sociali e politici più delicati; oppure per risaltare “l’italianità” come ha fatto D&G.

Su t-shirt, maglioni, pantaloni, giacche e scarpe… il lettering è ovunque! Presente sia nei grandi marchi di moda e nelle sfilate delle fashion week di NY e Parigi; ma anche nei brand più commerciali.

Nella nostra gallery alcuni esempi di outfit lettering. E’ possibile anche farlo <homemade>…basta saper cucire bene! Anche se effettivamente è un lavoro più complesso.

Mi raccomando, non si può rimanere senza lettering quest’inverno!

 

Ilaria Minichelli

14/09/2017