All posts by Luca Coppola

Bambini e cellulari, è giusto?

10 venerdì 2014 visualizzazioni:

donatella-negro-parola-di-mammaCare mamme,
sempre più spesso ci capita di notare che oltre ai genitori anche i bambini hanno un cellulare. Una statistica conferma questa
osservazione … 6 bambini su 10 fra gli 8/10 anni hanno un cellulare . Alt !! Fermiamoci a riflettere !!Perché il cellulare a questa età?
Serve a responsabilizzare il figlio e tranquillizzare voi mamma mentre è lontano da voi ? Il cellulare può essere un mezzo di controllo per mamme ansiose ? E ‘ semplicemente Moda , tendenza con vari accessori, giochi, app..??
Sicuramente il cellulare , con la tecnologia avanzata non ha più la funzione di comunicazione telefonica ma e’ multifunzionale, possiamo accedere ad internet ascoltare della musica, scaricare giochi, etc….
BIMBI AL CELLULAREMa tutto questo non giustifica che i nostri figli ne debbano avere uno.
Noi mamme, specie nel periodo scolastico, dobbiamo alimentare sempre di più la stima e la fiducia nei confronti dei
nostri figli,ma è anche vero che le preoccupazioni possono essere messe da parte avendo la possibilità di monitorare nostro figlio anche con un semplice messaggio . Ma state attente a non diventare ansiose ed ossessive.
Date fiducia a vostro figlio per uscire con gli altri amici o compagni, potrete alternarvi a prenderlo voi mentre all’andata andrà solo.
Cercate sempre di mantenere delle regole sugli orari e se proprio il cellulare vi rassicura e non è solo un capriccio di vostro figlio , utilizzatelo solo come mezzo telefonico ma non in modo assiduo, a casa gli spiegherete che non servirà. Fate sempre chiarezza
nel dialogo e ricordate che nessun mezzo sostituisce la stima e la fiducia 🙂

La miglior ceretta a domicilio

10 venerdì 2014 visualizzazioni:

I peli superflui sono un problema che ogni donna deve affrontare, ricorrendo all’estetista, spesso inaccessibile per via del tempo e dei costi, o alla depilazione casalinga, in diversi modi che spesso però con risultati non eccezionali. Scoprirete leggendo che fare una ceretta “coi fiocchi”  in casa si può, in maniera semplice, senza l’aiuto di nessuno e senza dover più pensare a quando programmare l’appuntamento al centro estetico e spendere un capitale.

Noi di Bella.it abbiamo provato tutti i metodi di depilazione e abbiamo selezionato il migliore a livello di praticità, efficacia, impiego di tempo e di denaro.

 FORNELLO-SCALDA-CERA

Fornello professionale (quello dell’estetista)

Se non siete estetiste professioniste, evitatelo. Non è semplice con la spatola dosare la giusta quantità di cera, rischierete di cospargere il bagno rendendo le piastrelle appiccicose, scottarvi di continuo e non avere il risultato desiderato. Inoltre sia il macchinario che le ricariche costano molto.

STRISCE-DEPILATORIE Le strisce depilatorie, non del tutto efficaci

In commercio ce ne sono di tutti i tipi, sono molto comode in viaggio, abbiamo provato a riscaldarla tra le mani o con il phon ma il risultato non è perfetto, i peli più corti non vengono rimossi, perché la cera non attacca quanto quella riscaldata al momento dal fornelletto.

EPILATORE

Epilatori, molto dolorosi e costosi

Anche di queste se ne trovano moltissime, di ogni tipo, da quella che va sott’acqua a quella “effetto ghiaccio”, ma il risultato è comunque doloroso. Non è mai un piacere depilarsi, ma sentire i peli che si staccano uno a uno, è una sensazione molto fastidiosa. Meglio lo strappo unico della ceretta.

La soluzione:

 La miglior soluzione per noi risulta essere il fornello roll-on, un piccolo fornelletto nel quale si inserisce la cera con il rullo pre-impostato, una soluzione che costa poco (l’investimento iniziale del fornelletto è di circa 20 euro, poi 2 euro circa per ogni ricarica), è pratica, grazie al rullo che dosa la cera in maniera corretta e il calore “espresso” vi garantirà un risultato professionale senza sporcare tutto il bagno. 

L’unica pecca è che bisogna ricordarsi di accenderlo 45 minuti prima dell’inizio della ceretta perché ci mette un po’ di tempo a raggiungere la giusta temperatura.

 

Come procedere:

Sedetevi per terra su un grande asciugamano. Se dovete depilarvi soltanto le gambe vi consigliamo 10 strisce per gamba. Preparate quindi 20 strisce.

KIT-CERETTA-BELLA1Con l’aiuto di un piumino da cipria, cospargete le gambe con del borotalco, per eliminare gli olii della pelle che non consentono alla cera di aderire bene.

Una volta fatta questa operazione, iniziate stendendo con il rullo una scia di cera dall’alto (ginocchio) verso il basso (caviglia). Applicate la striscia bianca di tessuto non tessuto (TNT), calcando con il pollice per far aderire bene la striscia nella direzione del pelo. Una volta saldata la striscia, strappate dal basso verso l’altro (contropelo), con un colpo secco e deciso. Potete riutilizzare la stessa striscia per 2/3 strappi e quando vedete che non attacca più, prendetene una nuova.

Finita la ceretta, è fondamentale passare un olio sulle zone trattate, noi abbiamo usiamo l’olio Johnson ma va bene anche quello di Jojoba o di mandorle dolci, che rimuove perfettamente gli eccessi di cera e lenisce dal trauma subito a causa dello strappo, prevenendo eventuali arrosamenti. Anche se per sbaglio vi è caduta della cera sulla piastrelle, o sui sanitari, sfregando con uno straccio ed un po’ di olio tonerà tutto come prima.

 

CERETTABELLA

Zone delicate: Per ascelle, inguine e viso, troverete la cera con il rullo pre-disposto più piccolo e non dovrete far altro che tagliare le strisce in tessuto non tessuto, nella misura desiderata.

Se soffrite di forti arrossamenti vi consigliamo di applicare subito dopo lo strappo, una crema con del ossido di zinco, che calma e allevia i rossori.

 

TIPIDICERLe cere

Nei negozi specializzati per estetiste, potrete trovare la cera roll-on più adatta al vostro tipo di pelle e con il profumo che più vi piace. Noi abbiamo provato, la classica rosa, antirossore, quella alla mela verde, fresca e profumata e quella al cocco, tropicale e golosa, tutte sono risultate molto efficaci, anche se quella rosa si è rivelata la migliore perchè meno “collosa” e più delicata. Una ricarica dura per 3 cerette (gamba intera).

 

 

 

 

Abiti e abitini sotto i 100 euro!

10 venerdì 2014 visualizzazioni:

Ecco una selezione di abiti super chic “amici del portafoglio” per l’autunno inverno 2014, per un cocktail o per una serata romantica, look eleganti in cui i protagonisti sono raffinatezza e semplicità, senza spendere un capitale.

 Guarda nella gallery abiti e prezzi…

Piccola palestra a casa

10 venerdì 2014 visualizzazioni:

L’estate vi ha dato la spinta per ricominciare l’autunno all’insegna del fitness, ma non avete ne tempo, ne voglia, ne tanto meno una cifra come quella che sono solite a chiedere le palestre?

Con pochi attrezzi e qualche esercizio puoi costruire la tua piccola palestra a casa per riscoprire la prossima estate, un fisico tonico e scolpito, allenandoti nella comodità delle tue mura domestiche.

TONIFIT-ROSATonifit, per tonificare tutto il corpo

È cosi piccolo da poter stare in un armadio ma da la possibilità di svolgere tanti esercizi per allenare sia gli arti superiori che quelli inferiori. Grazie agli elastici le vostre braccia ritroveranno forza e tono. (Domyos, 39,95)

Esercizio 1: sedetevi sul vostro Tonif mantenendo la schiena eretta e le gambe leggermente piegate davanti a voi. Prendete le maniglie, tendete le braccia, ed una volta tese, fate forza sugli elastici in su, per 20 ripetizioni. Ripetete l’esercizio 3 volte.

ESERCIZIO-TONIFIT

Esercizio 2: inginocchiatevi, appoggiate un piede sul Tonifit e afferrate le maniglie degli elastici. Alzatevi facendo forza con il piede d’appoggio, tirano con gli elastici con le braccia.

ESERCIZIO-TONIFIT1

PALLA-PER-GINNASTICA

Palla Fit, per la postura

Un accessorio per il fitness davvero indispensabile, soprattutto per chi soffre di mal di schiena in quanto rilassa la colonna e rinforza i muscoli. Anche solo stare seduti sulla Palla Fit fa lavorare dei muscoli che solitamente non vengono utilizzati nelle normali attività quotidiane.  Ci sono varie taglie di Palla Fit: per scegliere quella adatta a voi dovete misurare il vostro braccio dalla spalla al polso, equivale alla misura del diametro della vostro Palla Fit. (Sissel, 36,90 euro)

 

ManubrioMANUBRIO-FITNESS-REEBOK

Un manubrio da 2 kg è l’ideale per rinforzare i bicipiti. (Reebok, 15,00 euro)

 Esercizio 1: Curl con manubri per i bicipiti, con le gambe leggermente divaricate, prendete i vostri pesi, flettwte le braccia facendo una angolo retto con il gomito, con i dorsi della mano

Esercizio 2: Kick back per i tricipit, piegate la schiena a 90 gradi, piegate anche le braccia con gomito a 90 gradi,  distendete il braccio portando il peso dall’alto verso l’alto.

 

TWIST-BOARD-EVERLASTTwist Board

Una piccola piattaforma rotante per esercizi aerobici che aiuterà gli addominali e tutti i muscoli del corpo. (Everlast, 19,90 euro)

Esercizio 1: Mettetevi a piedi uniti sulla Twist Board, piegate leggermente le ginocchia e ruotate.

twist-board-ruotare

 Esercizio 2: Sedetevi sulla Twist Board, allungate le gambe verso l’alto, più in alto e più tese che potete, allungate le braccia nella direzione opposta, verso il basso e ruotate facendo lavorare gli addominali.

 

TAPPETINO-YOGA-ADIDASTappetino

Averne uno in casa è sempre utile per gli esercizi a terra, soprattutto per le cosce e i glutei. (Adidas, 35,00 euro)

 

Esercizio 1: Slanci per i gluteiSLANCI ALL'INDIETRO

Mettetevi nella posizione del cane, con i palmi delle mani ben saldi al tappetino. Slanciate indietro una gamba, tenendola tesa il più in alto possibile per 20 volte. Fate lo stesso con l’altra gamba e ripetete l’esercizio 3 volte.

 ADDOMINALI SPECIALI

Esercizio 2: Addominali e spalle

Mettetevi a pancia in su con le gambe distese. Piegate il ginocchio e portatelo verso la spalla opposta mantenendo le mani dietro la testa. Alternate gli arti per 20 volte.

 

CIRCLE-MINI-CISALFA1AB Circle Mini

Utilizzare l’Ab Circle Mini è semplicissimo anche se non si è ginnasti esperti. Tutto quello che dovrete fare è posizionarvi sulla macchina con le ginocchia e sostenere il tuo corpo con le braccia. Il movimento di rotazione eserciterà sugli addominali superiori, CIRCLE-MINI-CISALFAmedi, bassi e obliqui, un allenamento fenomenale. La macchina ha tre livelli di resistenza, e può essere regolata per fare un esercizio che darà tono cosce e glutei. Non serve un sacco di spazio in quanto l’Ab Circle Mini si ripiega per conservarlo sotto un letto o in un armadio. (Cisalfa, 99,99 euro)

 Buon fitness a casa da Bella!

 

 

 

 

 

 

 

 

Il pollo: dopo la pasta è il piatto più amato dai nostri bimbi

10 venerdì 2014 visualizzazioni:

COTOLETTA-POLLOSecondo una ricerca Doxa/Unaitalia 9 mamme su 10 lo propongono ai figli almeno 1 volta a settimana, soprattutto perché leggero, versatile e facile da cucinare. Per i figli, invece, il pollo è semplicemente “il” secondo piatto per eccellenza (41%, rispetto al 12-13% di manzo e vitello), specialmente se si tratta di una cotoletta panata… Ma se sul grado di apprezzamento a tavola non ci sono dubbi, 1 mamma su 2 vorrebbe maggiori informazioni sul prodotto e avrebbe tante domande da rivolgere agli esperti, dalle caratteristiche nutrizionali alle migliori ricette in abbinamento con le verdure che i bambini non mangiano volentieri. Le risposte arrivano da due esperti del calibro di Andrea Ghiselli, medico esperto di nutrizione, e dello chef Simone Rugiati.

BAMBINA-MANGIA-POLLOChe sia una cena pronta in 5 minuti o un pranzo con la famiglia al gran completo, il pollo è un prezioso alleato dalle mamme in cucina. E se alle mamme piace perché facile e veloce da preparare e per la leggerezza e la digeribilità della carne, i figli lo apprezzano per la sua carne tenera e il gusto delicato, ponendolo di diritto tra i loro alimenti preferiti. È quanto emerge dall’indagine “Ricette e consumi di pollo in famiglia” condotta da Doxa per Unaitalia – l’Associazione che rappresenta la quasi totalità delle aziende del comparto avicolo – su un campione rappresentativo di mamme italiane con figli tra i 2 e i 18 anni.

 

Prima la pasta, secondo il pollo…tutta la classifica dei cibi amati dai bimbi

PASTA-POMODOROPasta al sugo e cotoletta di pollo: sembra essere questo, parola di mamma, il menù ideale dei bambini italiani. Interrogate sulle ricette più amate dai loro bambini, le mamme italiane rivelano che, tra i primi piatti, la pasta (in bianco o al sugo), è la preferita sia per i bambini fino agli 11 anni (41%), sia per gli adolescenti (37%). Al secondo posto sul podio dei primi piatti/piatti unici i più piccoli mettono poi la pizza (20%) seguita dalle lasagne (17%) e dal risotto (10%). Leggermente diverse le scelte della fascia 12-18 anni: sono loro i maggiori estimatori di lasagne e paste al forno (29%), seguite da pizza (21%), gnocchi e ravioli (5%).

Tra i secondi piatti è il pollo a stravincere per bambini e ragazzi, con il 41% delle preferenze. Si contendono secondo e terzo posto, a grande distanza, hamburger e bistecche di manzo (13%), più amate dai piccoli, e scaloppine e bocconcini di vitello (12%) , a cui vanno le preferenze degli adolescenti (per cui la percentuale sale al 15%). Quarto posto, appena fuori dal podio, per il pesce, che sia al forno o alla griglia, lesso o fritto, per bambini e ragazzi si attesta al 10%.  Meno graditi a tavola, secondo le mamme italiane, la carne di maiale (6%), frittate o uova in diverse preparazioni (5%) e formaggi freschi o stagionati (4%).

 

Il parere del nutrizionista…

ANDREA-GHISELLI Tante proteine, pochi grassi, altra digeribilità: i vantaggi del pollo

 La scienza conferma l’opinione delle mamme con un parere concorde di nutrizionisti, pediatri e medici dello sport. “Un’ottima fonte proteica, poco grassa, assai digeribile, con un buon contenuto di vitamine e sali minerali: sono le principali ‘virtù’ della carne di pollame – dichiara Andrea Ghiselli, esperto in nutrizione e dirigente di ricerca del CRA-NUT (Centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione d CRA, Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura) – “Per le loro qualità nutrizionali sono adatte a tutte le fasce di consumatori, anche ai bambini, grazie al buon apporto di proteine, vitamine e sali minerali associato ad uno scarso contenuto lipidico.”

Parlando di calorie:le carni bianche sono sostanzialmente magre e con un basso valore energetico – continua Ghiselli –  100 kcal per 100 grammi di petto di pollo, 104 kcal per 100 grammi di fesa di tacchino, 125 kcal per 100 grammi di coscia di pollo con pelle.” E quali parti preferire? “Date pure ai bambini quella che piace loro di più: il petto è quasi senza grassi, quindi più digeribile, ma con minore contenuto di ferro, coscio e sovracoscio sono più grassi ma, di contro, hanno un maggior contenuto di ferro. È poi fondamentale considerare le modalità di cottura: se friggiamo il petto del pollo diventerà grasso quanto il coscio…

CHEF-SIMONE-RUGIATII consigli di Chef Simone Rugiati…

 Ma se davanti ad una cotoletta o un fumante pollo arrosto con le patate i bambini mangiano senza battere ciglio, le verdure sembrano far penare le mamme italiane. Ecco allora che il 30% delle mamme intervistate chiederebbero ad un grande chef un modo per abbinare il pollo alle verdure meno amate dai bambini. Risponde Simone Rugiati chef molto apprezzato dal pubblico femminile per la capacità di mixare competenza e semplicità di spiegazione: “Sono tanti i modi per proporre le verdure ai bambini – spiega Rugiati – date spazio alla vostra fantasia. Dalle soluzioni più classiche come hamburger, polpette o involtini, fino alle vellutate. Cremose e visivamente attraenti, le vellutate giocano con i colori dal giallo/arancio di zucca e carote, al verde di spinaci, zucchine o pisellini, e si abbinano perfettamente al pollo.” E come rendere più gustoso un petto di pollo alla griglia? È questa la curiosità del 25% delle mamme: pronta in pochi minuti, la classica fettina di petto di pollo grigliata è il “salva cena” per eccellenza delle mamme moderne, ma può risultare noiosa se riproposta con frequenza. “Provate con la marinatura – consiglia Rugiati – in 5 minuti renderete la fettina morbidissima. Una velocissima è con un succo di limone, curry, miele e olio: basta un quarto d’ora di riposo. Un’altra idea è immergere la carne nel latte e, se proprio non c’è tempo per una marinatura, in aiuto arriva un trucco: una dadolata di pomodori o insalatina e frutta da adagiare direttamente su fettine sottili di petto di pollo che, in questo modo, assorbono i liquidi delle verdure, divenendo più profumate e saporite”. Tra le richieste delle mamme non poteva mancare una domanda sul pollo al forno: vera e propria “bestia nera” per il 24% delle mamme. Come rendere croccante questa prelibatezza amata indifferentemente da grandi e piccoli? Ecco alcuni trucchi dello chef: cuocerlo direttamente sulla griglia del forno, a metà, senza la teglia; spennellarlo con dello sciroppo d’acero a metà cottura per rendere la pelle quasi caramellata; fare 2/3 incisioni all’interno del petto, inserendo delle erbette, per renderlo più gustoso. Per condire si può usare del sale aromatico (trito di rosmarino, salvia, sale e pepe) oppure il classico rosmarino, meglio se infilato tra la pelle e la carne, perché non bruci e renda la carne più profumata.

Clicca qui e guarda le ricette per i bimbi di Simone Rugiati…

 

 Elenoire CasalegnoAnche le mamme Vip scelgono il pollo…

Se per le mamme italiane il pollo è un prezioso alleato in cucina… lo è anche per mamme (e papà vip). E così scopriamo che Elenoire Casalegno si professa un’ “appassionata di pollo”, tanto da mangiarlo “in tutte le salse”.  Curcuma, curry o zenzero sono gli ingredienti speciali per rendere perfetto il suo petto di pollo, mentre quando vuole gratificarsi e far felice la sua Swami prepara delle morbide e gustose cotolette panate.  Ma è in buona compagnia. La schiera delle mamme vip che amano e cucinano il pollo è lunga, da Alessia Marcuzzi a Elena Santarelli fino alle star d’oltreoceano come la neo mamma Scarlett Johanson o la super top model Miranda Kerr. Ma anche i papà amano il pollo, come dimostra Federico Moccia, abilissimo a preparare il pollo arrosto per tutta la famiglia.

Glutei tonici con poca fatica

10 venerdì 2014 visualizzazioni:

Qulche esercizio che vi aiuterà a tonificare a a scolpire la zona dei fianchi e dei glutei. Sono semplici movimenti che arrivano dallo yoga, possono essere fatti a casa o al parco con un semplice tappetino e non richiedono un corpo super allenato e tanto tempo a disposizione. L’ideale per chi vuole tenersi in forma poco a poco tutti i giorni, il giusto mood per affrontare la vita in modo sano e all’insegna del benessere.

 

Esercizio 1

Mettetevi a quattro zampe con le ginocchia sul pavimento. Tirate gli addominali e arrotondate la schiena verso l’alto. Mantenete la posizione alcuni secondi dopodichè iniziate a premere la schiena verso il pavimento. Finita questa introduzione servita per darvi la giusta elasticità alla schiena, sollevate il braccio sinistro davanti a voi e distendete la gamba destra dietro di voi. Mantenete la posizione per 5 secondi e poi fate incontrare ginocchio e gomito, rimanete nella posizione per altri 5 secondi e ripetete l’esercizio per 3 volte ogni braccio/gamba.

ESERCIZIO-PER-IGLUTEI-1the-yoga-for-every-body-workout-step-03

 

Esercizio 2

Prendete un telo da spiaggia e arrotolatelo tra le cosce quando siete distese sul tappetino a pancia in giu. Piegate le braccia facendo arrivare le mani sotto le spalle e stendete le gambe con i piedi tirati. Spingete con le braccia il busto in su, aprite il petto e con i muscoli delle gambe fate pressione, stringendo il rotolo di asciugamano sulle cosce. State attenti a mantenere le spalle abbassate, rimanete in posizione per qualche secondo e ripetete l’esercizio per 3 volte.

ESERCIZIO-PER-IGLUTEI-3the-yoga-for-every-body-workout-step-06

 

Esercizio 3

Mettetevi a pancia in giu a braccia conserte appoggiando la fronte tra le braccia. Sollevate le gambe dietro a a pochi centimetri dal pavimento con le punte tirate. Fate su e giù per 20 ripetizioni per 3 volte.

ESERCIZIO-PER-I-GLUTEI-4