“Cosa non farei per trovare un fidanzato”

04 venerdì 2019 visualizzazioni:

In amore si sbaglia sempre tutto, e a dare consigli su cosa fare sono bravi tutti. Ma cosa non si deve assolutamente fare? Quello non lo dice mai nessuno. Finora. La soluzione che tutti aspettano finalmente c’è ed è contenuta in Cosa non farei per trovare un fidanzato (Vallardi), libro di “ecologia sentimentale”, in cui La Pina, voce di RadioDeejay, e Federico Giunta spiegano una volta per tutte cosa evitare se vuoi trovare l’amore. È un lavoro sporco, ma qualcuno doveva pur farlo.

«Siamo state tutte lasciate almeno una volta nella vita. Tutte ci siamo abbrutite ascoltando le canzoni sbagliate, indossando outfit orrendi. A un certo punto, però, bisogna reagire. La verità è che ogni giorno che passate a compiangervi è un giorno lontano dal vostro prossimo amore. Ok. È vero. Detta così sembra troppo facile. Perché quando si sta di merda si sta di merda, è inutile dirvi che dovete smettere di soffrire perché è come dire a uno che sta morendo di sete: ‘Non hai sete’. Allora facciamo un programma preciso. Crogiolatevi. Avete diritto a crogiolarvi nel dolore, ma non per più di tre mesi. In questi primi tre mesi vale tutto: l’ascolto delle canzoni strappacuore a ripetizione, il controllo ossessivo dei suoi social, sfogliare le foto in cui eravate felici insieme, lo stato di donnuta (mezza donna, mezza tuta), farsi pena, mangiare dal frigo, lavarsi poco. Persino il ciappo è concesso in questi tre mesi. Se vale tutto, vale tutto. Meglio toccare il fondo definitivamente, ma allo scadere del novantesimo giorno, bisogna alzarsi, vestirsi, via i baffi, via la ricrescita, manicure, pedicure e aprire la finestra. La vita ricomincia. La vita deve ricominciare. Tanto lui non torna, e se torna almeno vi trova in ordine».

 

 

di Sofia D’Altrui

4/01/2019