#History: Ritrovato un anello di Pilato

05 mercoledì 2018 visualizzazioni:

Ritrovato un anello appartenente a Ponzio Pilato. Dopo cinquant’anni arriva la conferma sulle incisioni.

Ci troviamo a cavallo tra il 1968 e il 1969 quando, a Betlemme, in Cisgiordania, durante degli scavi nel complesso archeologico dell’Herodion viene ritrovato, tra i numerosi oggetti antichi appartenenti alla Prima Rivolta Ebraica (66 e 70 d.C.), un anello di bronzo.
Un oggetto che all’epoca era di uso comune e che, solo poco tempo fa, il direttore del sito Rai Porat, ha ordinato di pulire, analizzare ed eventualmente decodificare.
Il riscontro è stato sbalorditivo. Gli esami hanno permesso agli archeologi di risalire ad un effige in greco, il cui significato tradotto è “appartenente a Pilato”.

«Quel nome era raro nell’Israele di quei tempi. Non conosco nessun altro Pilato di quel periodo e l’anello mostra che era una persona di rango e benestante» ha affermato il professor Danny Schwartz.
Un oggetto rarissimo, dal valore storico inestimabile dato che, dato il suo uso comune, c’è una buona probabilità che l’anello venisse indossato quotidianamente dal governatore romano della regione tra il 26 e il 36 d.C., e quindi, durante il processo a Gesù.

Questa scoperta va a supporto della componente storica dei testi sacri.

 

 

 

5/12/2018

di Pasquale Tripepi