I Sentimenti Positivi: simpatia, sincerità, gratitudine e tenerezza

27 mercoledì 2019 visualizzazioni:

 Sentimenti Positivi contro l’isolamento della vita moderna.

Questo il tema degli incontri raccontati da doppiozero che analizza, in quattro lezioni al Circolo dei lettori, i Sentimenti positivi: simpatia, sincerità, gratitudine e tenerezza. Un’occasione per chiedersi se ci sia spazio oggi per queste emozioni che implicano e domandano la relazione e il rapporto con l’altro. Ma anche per conoscerli e capire che cosa provocano e come si conquistano. Quattro voci guidano il pubblico alla scoperta della scommessa che ognuno di questi sentimenti prova a mettere in un mondo che oggi appare dominato da rabbia e risentimento. Lunedì 4, 11, 18 marzo e 1 aprile, ore 18, contro l’isolamento della vita moderna.

Il primo sentimento positivo è la Simpatia, lunedì 4 marzo, ore 18, preso in esame da Nicole Janigro, psicoanalista junghiana, docente a Philo e direttore editoriale di Frenis zero. Per Einaudi ha curato La vocazione della psiche e ha scritto Psicoanalisi. Un’eredità al futuro(Mimesis). Al Circolo riflette su che cosa sia davvero la simpatia, se emozione o sentimento, una predisposizione etologica, un organizzatore sociale o un principio etico. Di certo è un antidoto all’isolamento e all’odio. Perché la simpatia fa rima con empatia, ma non può vivere senza reciprocità.

Bisogna veramente dire sempre la verità? Lunedì 11 marzo, ore 18, sotto la lente della filosofa Francesca Rigotti, finisce la Sincerità, condizione di chi è semplice, autentico. Di chi dice ciò che pensa senza secondi fini, di chi parla senza falsità, affermando il vero. Sviluppando questi tre punti, la sincerità è messa in relazione con conoscenza, utilità e verità. E con un quarto punto, la delazione, sorta di sincerità negativa. Docente all’Università della Svizzera italiana, Francesca Rigotti ha insegnato all’Università di Göttingen. Tra i suoi libri si ricordano Il filo del pensiero. Tessere, scrivere, pensare (Il Mulino), Il pensiero pendolare (Il Mulino), Partorire con il corpo e con la mente (Bollati Boringhieri 2010), Onestà (Raffaello Cortina) e De senectute (Einaudi).

Anna Stefi, vicedirettrice di doppiozero, docente di filosofia e redattrice della collana Riga di Quodlibet, conduce alla scoperta della Gratitudine, lunedì 18 marzo, ore 18. Spezzando la legge dello scambio, introduce nel mondo il dono nella forma di un’eccedenza. Debito ed eredità, scommessa declinata al futuro, suggerisce la natura della relazione con l’altro, diventa esperienza di incontro con la propria umanità e con la vita nel suo rapporto con il Tutto. Anna Stefi ha curato la bibliografia del Meridiano Gianni Celati e, con Marco Belpoliti e Mario Barenghi, il volume Riga dedicato a Primo Levi (Marcos y Marcos). Ha pubblicato l’ebook Georges Perec (doppiozero).

Sentimenti positivi finisce con la Tenerezza, lunedì 1 aprile, ore 18, una cura per l’anima, con lo psichiatra Eugenio Borgna. Curare l’anima, non solo in campo psichiatrico, ma al cospetto di qualunque dolore del mondo. La tenerezza è ascolto, attenzione, dialogo, sentimento, o forse atteggiamento, capace di rapportarsi alla sofferenza, ma anche possibilità di una vita illuminata dalla speranza.

Per maggiori info:

https://www.circololettori.it

 

 

 

di Sofia D’Altrui