Krav Maga per difendersi dagli uomini

18 martedì 2018 visualizzazioni:

Tra le arti marziali più utili, ma fin troppo sconosciute in Italia, un posto d’onore spetta al Krav Maga, un metodo di combattimento ravvicinato di origine israeliana.

Non ne avete mai sentito parlare? Ecco una guida per la scoperta del Krav Maga che ci spiega perché dovrebbe essere perlomeno sperimentato da tutte le donne.
È un sistema di combattimento, frutto di tentativi volti alla semplicità e all’immediatezza. L’espressione significa letteralmente “combattimento a distanza ravvicinata” e racchiude tutte quelle serie di tecniche tipiche delle arti marziali più conosciute ma notevolmente semplificate e facilmente apprendibili da tutti. In Israele, il krav maga viene identificata come una lotta di strada, di cui servirsene per difendersi in caso di attacco o violenze estreme. Disciplina indicata principalmente alle donne poiché aiuta a conoscere tutte le tecniche utili per districarsi da situazioni di violenza o pericolo.
Nelle varie lezioni, oltre alle reazione difensive che si possono utilizzare in qualsiasi situazione di pericolo, si lavora sulla fisicità degli allievi con esercizi per il miglioramento muscolare, ma anche per la flessibilità dei muscoli.

La tecnica di questa disciplina è utile per difendersi da calci, pugni, attacchi da dietro o spintoni. Attraverso il Krav Maga si possono conoscere tutti i punti deboli dell’uomo che abbiamo davanti, come, dove colpire e soprattutto come districarsi da situazioni di violenza senza subire lesioni.

 

 

 

 

di Elena Sorice

18/12/2019