Psicologia dei colori – Come sceglierli per la tua casa

2 luglio 2015 visualizzazioni:

E’ la stagione giusta per rinnovar casa a basso costo con una mano di colore, ma decidere lo schema cromatico può essere difficoltoso poiché la scelta è veramente ricca.

Quando si tratta di tinteggiar casa, la domanda nasce spontanea: quali sono le tonalità più adatte per la nostra casa? Scelte affrettate o influenzate esclusivamente da ciò’ che fa tendenza, con il tempo si rivelano controproducenti, meglio  prediligere le nuance che ci rispecchiano e  ci rendono felici quando torniamo a casa.

Abbiamo già detto che il colore, oltre a influire sull’aspetto di un locale, ha un enorme potere a livello fisico, emozionale e psicologico, quindi, che si voglia  energizzare una zona giorno un po’ scialba o rendere pacato e rilassato un ambiente dedicato al riposo, è necessario capire come alcuni colori influiscano sull’umore.

Analizziamo dunque alcune delle tinte utilizzate più frequentemente.

Bianco: ordine e purezza.   post5bianco

Il bianco è il classico (non) colore utilizzato per pareti e soffitti, è neutro ed è adattabile ad ogni tipo di ambiente. Non passa mai di moda e conferisce ad ogni ambiente luminosità ed ampiezza, per questo motivo è consigliabile sceglierlo per le stanze piccole e poco esposte alla luce naturale. In tutte le sue versioni, dal panna, avorio, fino al beige e corda, dona agli spazi freschezza e sobrietà. Il “Total White”, particolarmente elegante, va utilizzato con accortezza, diversamente gli ambienti monocromatici potrebbero risultare noiosi ed impersonali.

post5grigioGrigio: calma ed equilibrio.

A metà strada tra bianco e nero, è il colore neutro per eccellenza. In natura lo ritroviamo nella nebbia, nel cielo nuvoloso, nella pietra, nei metalli. Elegante e discreto, è versatile per le molte sfumature fredde e calde. Sobrio e, per il suo effetto calmante, da evitare in caso di depressione, si abbina bene ad arredamenti moderni e minimalisti. Capace di accompagnarsi ad altri toni e colori, contrasta bene col giallo e il verde.

Nero: potere e lusso

Negazione del colore per antonomasia, il nero dona eleganza e rigore.  E’ molto usato per far risaltare dei dettagli oppure degli elementi d’arredo particolari. Difficile immaginare di dipingere un’intera stanza di nero, che assorbe la luce e rende malinconici. Perfetto in contrasto col bianco per evocare uno stile decò, teatrale se abbinato ad oro o argento e raffinato accostato a colori neutri, richiede un tocco sapiente.

Giallo: ottimismo ed elasticità mentale

Caldo, luminoso e vitale, simbolo del sole e dell’energia, contrasta la depressione, stimola l’attenzione ed acuisce la mente. Rappresenta l’ottimismo, la vivacità, l’estroversione, la parola, la leggerezza, la fantasia. Indicato per le zone giorno perché favorisce la conversazione e per le cucine in quanto migliora le funzioni gastriche e la digestione. Può essere utilizzato in molte tonalità differenti ed è molto interessante, soprattutto nelle sue tonalità fredde, meno note e diffuse, che si abbinano bene con i grigio-azzurri, il bianco e i blu caldi.

Blu: freschezza ed armoniapost5blu

Sinonimo di stile e d’eleganza senza tempo, si declina in infinite sfumature: più maschili le varianti Navy e Blu oltremare, femminili invece quelle fiordaliso, ortensia e lavanda. Colore del cielo e dell’acqua, evoca calma e tranquillità, è adatto soprattutto per la zona notte in quanto rallenta il battito cardiaco, dissolve le tensioni e favorisce il relax. Particolarmente indicato a chi soffre d’insonnia, calma l’aggressività e favorisce l’armonia nelle relazioni. Perfetto per assolate case di vacanza, si sposa con tutte le gamme dei bianchi, dei grigi,  dei rossi, dei gialli e dei verdi.

Verde: benessere ed equilibrio

Ti piace il verde? Il colore della vegetazione, della natura, della rinascita primaverile e della vita stessa, considerato dalla cromoterapia come positivo e portatore di benessere psicofisico, può essere ben adattato anche in casa. Lo troviamo in moltissime varianti scure, chiare o brillanti. Il verde comunica forza, equilibrio, stabilità, solidità, è in grado di diffondere un piacevole senso di serenità. Dato che ha un effetto calmante e riequilibrante è l’ideale in camera.

post5 rossoRosso: coraggio e passione

Estremamente forte e vitale il rosso è il colore che coinvolge di più le nostre emozioni: è molto utile in caso di malinconia e depressione perché stimola la produzione di adrenalina, fa salire la pressione, aumenta i battiti cardiaci, il coraggio e la libido. Evoca dinamismo, passione, forza, sicurezza e fiducia nelle proprie forze e capacità, ma anche aggressività ed ostilità.  Da usare con parsimonia perché rischia di stancare ed innervosire, ideale per definire particolari o in accostamento ad altri colori.  Si abbina con l’oro, il blu, il bianco e vitalizza il contrasto bianco e nero.

Viola: meditazione e forza spirituale

Il viola, che nasce dalla mescolanza del caldo rosso col freddo blu, viene considerato come il colore della metamorfosi, della transizione e dello spirito, dato che agisce sull’inconscio e dona ispirazione. Scelto nelle gradazioni più chiare, rilassa e stimola la meditazione, dunque è perfetto per la camera da letto.

Arancione: ottimismo ed energiapost5arancio

Allegra, serena e vivace , questa vibrante tonalità stimola l’appetito e il buonumore, favorisce la socialità ed è quindi indicata per le cucine e le zone giorno. Antidepressivo, aumenta la pressione arteriosa, rigenera e ricarica chi è stanco.

Simona Ferri

[divider]ATMOSFERE DISTINTIVE[/divider]

Hai delle domande? Scrivimi a: studio@atmosferedistintive.it

 

logo-atmosfere-300x144

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Print this pageEmail this to someone