Ecco i rimedi della nonna per curare la febbre

05 lunedì 2018 visualizzazioni:

Alzi la mano chi ha avuto tutti i colleghi presenti sul luogo di lavoro nelle ultime settimane! Proprio nessuna? Non c’è da stupirsi. Dolori muscolari, raffreddore e malessere sono infatti alcuni dei nemici in agguato con l’arrivo e il progredire delle temperature rigide.

Certo, sicuramente vi sarete rivolte (e meno male!) al medico base di fiducia. Sicuramente, poi, avrete in casa medicine da banco ben assortite. Eppure, in caso foste stufe di tutte le pastiglie e sciroppi del caso e voleste provare qualcosa di nuovo, perché non affidarsi ai rimedi della nonna? Qui di seguito, eccone alcuni che potrebbero tornarvi utili. Chissà.

BAGNOLO CON ACQUA FREDDA

Un classico che, però, non sbaglia mai: mettiamo delle pezze di cotone in una ciotola con acqua e ghiaccio, strizziamole bene e appoggiamole su fronte e polsi, cambiandole spesso per mantenerle fresche. In poche ore, la vostra febbre si abbasserà.

ARIEGGIARE SPESSO LA STANZA

Forse alle più giovani di voi sembrerà strano, ma non arieggiare gli ambienti permette il proliferare di germi. Se poi alla febbre si aggiungono raffreddore e congestione nasale, gli oli essenziali potrebbero fare per voi: eucalipto, tea tree e agrumi non costituiscono che degli esempi per la vostra aromaterapia.

INFUSO A BASE DI BASILICO E ZENZERO

Quel che è risaputo è che sotto influenza ci si disidrata, motivo per il quale bisogna bere molto. Quindi, perché non coccolarsi con una tisana home-made a base dei profumatissimi zenzero e basilico?
È semplice: prendete 10 foglie di basilico e un pezzo di zenzero tritato fresco. Facciamo bollire insieme in una tazza d’acqua per 15 minuti, lasciamo coperto in infusione per altri dieci minuti, poi filtriamo e beviamo, magari dolcificato con una punta di miele.

PICCOLI SPUNTINI

Nei giorni di malattia c’è una sola parola d’ordine: riposo. O meglio, prendersi cura di se stessi. Sdraiati, chiudi gli occhi e ascolta i messaggi che il tuo corpo ti sta mandando. E, se riesci e se vuoi, vizialo. Con cosa? Con spuntini tassativamente light (no alla torta al cioccolato, sì ai biscotti) innaffiati da tè e completati da frutta secca come mandorle, frutta fresca come mela e pera e, naturalmente, la tanto amata spremuta d’arancia. Con la loro componente detox, sono ricchi di vitamine e sali minerali che ti aiuteranno a rimetterti in sesto.

VELLUTATA DI BROCCOLI

Forse non rientrerà nelle vostre verdure preferite, ma i cavoli sono ricchi di vitamine, in particolare di vitamina C e vitamina E, oltreché minerali come ferro e zinco. Dunque, essendo quasi obbligate ad attenersi a una dieta leggera, perché non optare per una vellutata di broccoli? La nostra ricetta preferita la trovate qui

foto: GialloZafferano

 

Miriam Di Veroli