SETTIMANA RIDOTTA: IL FUTURO È LAVORARE 4 GIORNI

05 martedì 2019 visualizzazioni:

Lavorare di meno producendo di più? L’equazione è possibile. 

A dimostrarlo è l’esperimento messo in atto da Microsoft Giappone, che nello scorso mese di Agosto ha testato sui dipendenti della sede di Tokyo la settimana lavorativa breve, al fine di promuovere un equilibrio più salutare tra lavoro e vita privata.

Con la settimana lavorativa dal lunedì al giovedì, che si traduce in un week end lungo per i dipendenti, i risultati sono stati tutt’altro che negativi: incredibilmente infatti nonostante il giorno lavorativo in meno la produttività è aumentata del 40% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nell’ambito di questo esperimento inoltre, tutti i dipendenti hanno ricevuto il venerdì come giorno di ferie pagato e l’azienda partecipava alle spese per eventuali viaggi durante il tempo libero.

Ma le buone notizie non sono arrivate solo in termini di produttività, infatti Microsoft ha certificato un calo dei costi aziendali: lo spreco di carta è sceso del 58% mentre quello dell’energia elettrica del 23%. Ovviamente positivo anche il Feedback dei dipendenti che all’unanimità hanno apprezzato l’iniziativa.

Visti i risultati quindi, l’azienda sembra intenzionata a continuare su questa strada, che porta ad un lavoro sempre più flessibile per il bene di tutti.

5/11/2019

di Carlo Candidi