Una “Split”,con una marcia in più: “Split Gl”

27 venerdì 2017 visualizzazioni:

“Cosa sarebbe una sedia, se le ginocchia fossero piegate al contrario?” S.Wright

Meglio non chiederselo troppo, o meglio non venga in mente a nessuno di girarsi il ginocchio per fare del design.. Battute a parte, le sedie sono  parte centrale di ogni abitazione, ristorante, hotel…; dal 20 al 24 ottobre, si è svolto l‘Host a Milano,e in quell’occasione, girando tra i vari padiglioni, abbiamo potuto vedere numerose aziende note, proporre oggetti,e creazioni davvero interessanti.

Proposte attuali e dal design veramente di appeal. A me, personalmente sono piaciute le sedie di Colos, che trovo adatte ad ogni tipologia d’ambiente, sebbene siano improntate per il settore dell’ospitalità e ristorazione. Colos, è un’azienda se vogliamo giovane rispetto alle solite conosciute, ma ha davvero una marcia in più, e le sue sedie ci hanno colpito.

Split GL, è appunto il nome della nuova seduta che rivoluziona il rapporto tra forme e materiali. Viene introdotto, per questa linea, il legno, che, come si sa, è capace di donare eleganza alle gambe delle sedute, dando vita ad inedite combinazioni. Designer della Split GL è il celebre  e noto Francesco Meda.

Già in precedenza, grazie alla propria modularità, offriva l’opportunità di combinare scocche e basi con diversi colori ma questa nuova gamma fa fare un ulteriore passo in avanti verso un design più sofisticato. Infatti, pur mantenendo la stessa scocca, il prodotto cambia immagine diventando più particolare e personale.

Inoltre, il legno è riuscito a conferire un nuovo senso di compostezza e di bellezza minimalista. Split GL si propone così come soluzione ideale per ambienti che richiedono linee estetiche e materiali più ricercati.

Colos – spiega Tiziano Barachino, Art Director di Colos – lavora costantemente alla ricerca per l’ampliamento di gamma dei propri prodotti e con Split GL pensiamo di esserci proprio riusciti,raggiungendo una nuova estetica del prodotto. Da una parte Split, il prodotto originario, con caratteristiche tecniche, compositive ed estetiche molto flessibili e dinamiche (composizione di colori, impilabilità, utilizzo all’esterno), dall’altra un prodotto in cui plastica e legno si accostano per ottenere un risultato dalle linee sobrie ed eleganti, per un utilizzo in luoghi che richiedono maggiore raffinatezza dei materiale e minori prestazioni funzionali.”

 A questo punto, non ci resta che aspettare altre importanti evoluzioni in questo settore.

www.colos.it

 

Di Sveva Silva

27/10/2017

 

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Print this pageEmail this to someone

Lascia un commento