Sei tendenze A/I per l Arredo Interno

11 mercoledì 2017 visualizzazioni:

Da qualche anno a questa parte, ho approcciato alla filosofia svedese LAGOM per quanto riguarda gli ambienti in casa: l’arte di vivere bene secondo un equilibrio. Filosofia lontana dagli eccessi e dalle ridondanze. Oltre al Lagom, osserviamo altre 5 nuove tendenze del 2017/2018:

  1. LAGOM: è una parola svedese che indica un vero e proprio stile di vita, basato sulla moderatezza e sul vivere bene evitando gli eccessi. Si traduce in interni dal tipico gusto nordico in cui l’obiettivo non è quello di sorprendere bensì di accogliere. Al bianco e nero e al minimalismo estremo si sostituiscono materiali e colori naturali, tessuti, piante. Una casa lagom è una casa in cui tutto è al posto giusto, in cui è stato trovato il giusto compromesso tra il troppo e il troppo poco.
  2. JAPANDI: Il nome di questa nuova tendenza parla chiaro, è appunto la fusione dello stile scandinavo con quello giapponese. Due culture geograficamente molto distanti ma che hanno moltissimo in comune, a cominciare dall’estetica minimalista e dal legame intrinseco con la natura. Non solo: lo stile japandi porta con sè l’estetica giapponese chiamata wabi-sabi, descritta come “bellezza imperfetta, impermanente e incompleta”. Si traduce nel campo dell’interior e nel décor in pochi pezzi ma di qualità artigianale, in materiali naturali e imperfetti, in layer e texture
  3. PARETI GRIGIE (ma non solo): Alle pareti bianche si sostituiscono sempre più spesso le pareti colorate: donano profondità agli spazi e decorano con leggerezza. Il grigio preferito dagli scandinavi non è un colore freddo, bensì una tonalità scaldata con una punta di beige in modo da diventare un perfetto colore neutro di fondo. Pareti colorate quindi: sia con il grigio, ma anche con altre tonalità desaturate che spaziano dal verde, al blu, ai colori terrosi.
  4. TERRAZZO ALLA VENEZIANA: Il terrazzo è un materiale storico tipicamente utilizzato come finitura per i pavimenti. È stato ormai sdoganato nel mondo del design e del décor ed è diventato uno dei motivi decorativi preferiti da utilizzare per rivestimenti a parete, per i tessili e per gli oggetti.
  5. CASA COMPATTA:  Fare di necessità virtù: le case sono sempre più piccole? Bene, troviamo delle soluzioni ingegnose per renderle belle e accoglienti. Il mondo del web è sempre più ricco di ispirazioni e progetti sul tema “casa compatta”, con spazi progettati su misura per sfruttare ogni centimetro dello spazio disponibile. Si parla spesso di “compact living”, appunto un’abitazione piccola, ma con tutti i comfort della casa di dimensioni standard.
  6. LA CASA SPOSTABILE: Casa compatta, ma non solo. La casa oggi diventa anche spostabile: è la risposta che il design dà a tutta una nuova generazione di lavoratori, quella dei nomadi digitali. Professionisti del mondo del web che lavorano viaggiando, che non mettono radici in nessun luogo e che sono in continuo spostamento, e che quindi non hanno una dimora fissa. Grazie al web è cambiato il concetto di lavoro, cambia anche il concetto di casa.

Ho trovato molto interessante tutte queste nuove tendenze, nella quale mi ci ritrovo! Forse noi italiani facciamo ancora fatica ad accettare l’idea di una casa spostabile “sradicata” dal suolo in cui siamo abituati a vivere, ma tramite processi sociali un giorno, arriveremo anche noi a pensarla così come altri popoli europei e d’oltreoceano.

Ilaria Minichelli

11/10/2017

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Print this pageEmail this to someone