Writers, gli scrittori si raccontano. La Luna da Leopardi a Michael Jackson

29 martedì 2019 visualizzazioni:

Nel cinquantesimo anniversario dello storico “piccolo passo per l’uomo, grande passo per l’umanità” che Neil Armstrong compì sulla Luna, seguito in diretta da più di 600 milioni di persone in tutto il mondo, è proprio la luna il filo conduttore della settima edizione di Writers. Gli scrittori si raccontano.

La poliedrica rassegna letteraria esplora il fascino della Luna, il più magico dei satelliti – dal canto del pastore errante dell’Asia di Giacomo Leopardi al moonwalk di Micheal Jackson – con il suo peculiare mix di incontri, letture, mostre, spettacoli e concerti, caratterizzati da una gioiosa contaminazione tra generi letterari e artistici, dalla poesia al teatro, dal cinema alla musica, dalla psicanalisi allo sport fino alle scienze e all’astronomia.

Organizzato da Frigoriferi Milanesi e IDN Media Relations, con la collaborazione di Paolo Marrone, il Festival come ogni anno è ospitato nel complesso postindustriale dei Frigoriferi Milanesi, luogo che coniuga tradizione e avanguardia, arte e cultura, con oltre 1000 metri quadri di allestimento, tra lo Spazio Cubo, Carroponte e Binario.

Writers#7 prende il via venerdì 1 febbraio alle 19 con l’apertura della mostra Sogni di luna, a cura di Luigi e Giulia Bona in collaborazione con Wow Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano. Un’esposizione di manifesti cinematografici originali, ingrandimenti di immagini cinematografiche, fumetti, illustrazioni, giornali, riviste, figurine, testi di canzoni, poesie.

Da qui, fino al 3 febbraio una serie di appuntamenti artistici dove la protagonista sarà sempre lei, la Luna.

Inevitabile il richiamo alla lunaticità che in ogni epoca è stata considerata un tratto tipicamente femminile, riconoscendo come privilegiato il rapporto tra le donne e la luna.

Alla luna intesa come sogno, come obiettivo, si ispirano la breve pièce teatrale originale La luna di Josh di Lorenzo Fusoni, con Samuele Civardi, Diego Razionale e Guido Block, il cui protagonista, un bambino di 8 anni, del tutto incompreso da un padre pasticcione e inadeguato, vede nella luna il suo mondo ideale (sabato, ore 15) e l’incontro di Valeria Benatti con Ugo Bressanello, Angela Marchisio e Silvia Polleri, Vogliamo la luna: storie di chi ha ribaltato la propria vita per inseguire il sogno di costruire un mondo migliore (domenica, ore 14.30).

Alla luna come simbolo dell’inconscio è dedicato l’incontro sulla storia del primo psicanalista italiano allievo di Freud, Edoardo Weiss, e del primo suo illustre paziente, il pittore Arturo Nathan, in Spunta la luna. Trieste e gli arbori della psicanalisi italiana, con Marina Mander, Sabrina Morena e Alessandro Mezzena Lona (domenica, 17.30)

Da ricordare, infine, The Moon in motion, il Laboratorio di animazione in stop-motion per bambini da 8 anni, ispirato al Viaggio nella Luna di Georges Méliès, che WOW Spazio Fumetto organizza nei suoi spazi, in collaborazione con Writers, domenica alle 15.30 (viale Campania 12, Milano).

Un programma fitto di eventi, tutti consultabili su:

www.writersfestival.it

 

 

 

di Sofia D’Altrui